Fatti e cifre

Indicazione statistica

Ed infine ancora qualche indicazione statistica della Cassa pensione Novartis 1 che si può dedurre anche dal rapporto attuariale del perito: al 31 dicembre 2021 erano assicurate 11 329 persone (anno precedente: 12 118). Queste erano da paragonare con 14 579 aventi diritto ad una rendita (anno precedente: 14 896), dei quali 9 282 percepivano una rendita di vecchiaia, 336 una rendita d'invalidità e 4 532 una rendita vedovile. Altre 429 rendite in corso erano per orfani, figli d'invalidi e di pensionati. Il reddito medio di un pensionato ammontava a CHF 40 555 (anno precedente: 40 638).


Grado di copertura

Dal rapporto tra il patrimonio vincolato ed il patrimonio libero si ricava il grado di copertura. In base alla presentazione applicata dalle Autorità di vigilanza secondo l'art. 44 cpv. 1 OPP2 risulta un grado di copertura del 126.1%. Ciò significa che la situazione finanziaria è stata di nuovo notevolmente rafforzata rispetto all'anno precedente e che le riserve di fluttuazione del valore sono al loro livello nominale. La capacità di rischio della Cassa pensione Novartis 1 è quindi illimitatamente accertata nell'ambito della sua strategia d'investimento. Il grado di copertura riflette anche i significativi aumenti del capitale di copertura delle rendite degli ultimi anni e gli accantonamenti supplementari che hanno dovuto essere stanziati per finanziare gli apporti di compensazione in relazione all’ultimo adeguamento dell'aliquota di conversione (con effetto dal 1o gennaio 2022). Con tutte queste misure si è potuto di conseguenza tener conto del livello bassissimo da record dei tassi d'interesse e dell'aspettativa di vita sempre in aumento. 


Performance

I boom del mercato azionario globale ha continuato bene nel terzo trimestre, sostenuto da robusti guadagni aziendali e dal continuo e persistente sostegno della politica monetaria. Dopo che i mercati azionari hanno raggiunto i massimi storici in agosto, in settembre nuove preoccupazioni sulla crescita e sulle politiche delle banche centrali hanno iniziato a smorzare il sentimento degli investitori. L'ultimo trimestre mostra parallele con la situazione alla fine dell'anno precedente, nel senso che le azioni, soprat-tutto nei paesi industrializzati, ancora una volta tendevano a raggiungere livelli massimi nonostante la rapida diffusio-ne di una nuova variante di Covid 19, anche se alcuni mercati emergenti, tra cui la Cina, hanno chiuso l'anno in rosso. Come risultato di un'inflazione inaspettatamente alta, i tassi d'interesse statunitensi in particolare sono aumentati bruscamente nell'anno in esame, il che a sua volta ha portato a rendimenti negativi nella maggior parte dei mercati obbligazionari. Le azioni si sono rivelate ancora una volta la classe d’investimento più forte con un guadagno del 17.85% dall'inizio dell'anno, seguite dagli asset infrastrutturali (14.80%), dagli hedge fund (8.99%) e dagli immobili (8.24%). Le obbligazioni, complessivamente, hanno mostrato un rendimento leggermente migliorato ma an-cora negativo del –1.36% rispetto al primo trimestre. Nelle valute estere, la forza relativa del franco svizzero ha avuto un impatto negativo (–0.53%).  

Nel complesso, con contributi positivi da tutte le classi d’investimento, ad eccezione di liquidità, obbligazioni e valute estere, la Cassa pensione Novartis 1 ha conseguito una performance annua del 7.89% e ha superato così il relativo valore di confronto Benchmark (del 6.36%) di 153 punti di base.


Siete interessati ad ulteriori informazioni?

In qualità di affiliato alle Casse pensioni Novartis può richiedere il conto annuale dettagliato 2021 presso l’amministrazione della Cassa pensione.

+41 61 324 24 20 e­mail:
marco.armellinisome protection@with obfuscationnovartis.com